Mag 222015
 

Rivolgiamo un ringraziamento sentito a tutti i numerosissimi amici che hanno partecipato alla cena a sostegno della candidatura di Fabrizio Boron, anche lui impegnato nel riportare Padova al centro del Veneto, e agli assessori Saia e Boron, che ci hanno aggiornato con entusiasmo sui progetti già realizzati per la città, e su tutto quello che ci aspetta, grazie ad una pianificazione intelligente e concreta.

associazione rifarePadova.

Album fotografico della serata

Mag 102015
 

$Boron 11193310_1406347233020646_47352172222066313_n

UN INVITO DI MAURIZIO SAIA
Cari Amici, il giorno delle Elezioni Regionali 2015 si sta avvicinando, ed anche noi cittadini veneti siamo convocati alle urne per votare il consiglio regionale ed il presidente. I partiti politici hanno già consegnato l’elenco dei candidati. Sono tante le persone valide. E una in particolare – per il lavoro quotidiano che svolge al mio fianco per la nostra Città – gode della mia stima assoluta. Si tratta dell’assessore Fabrizio Boron, candidato alla carica di Consigliere Regionale nella Lista Zaia Presidente.

Vorrei incontrarvi per una occasione conviviale mercoledì 20 maggio per farvi conoscere il candidato Fabrizio Boron, per discutere con voi della sua attività di Assessore al servizio del cittadino, ma soprattutto per raccogliere i vostri suggerimenti, perchè anche noi vogliamo rendere Padova di nuovo protagonista ed eleggere un padovano nel Consiglio Regionale.

In attesa della vostra conferma, vi porgo i miei migliori saluti.
Con affetto, Maurizio Saia – Assessore con delega a Politiche della sicurezza, Polizia locale, Protezione civile


Vi aspettiamo Mercoledi 20 maggio 2015 alle ore 20.00 presso l’agriturismo Scacchiera, nel quartiere Forcellini – via Lungargine Gerolamo Rovetta n.38 http://www.agriturismoscacchiera.it

Menu:
Antipasto della casa ed aperitivo di benvenuto
Risotto alle verdure di stagione
Bigoli al sugo d’anatra
Acqua, Vino
Dolcetti della casa
Caffè
€15

Si prega di dare conferma, possibilmente entro martedì 19 maggio, scrivendo alla mail rifarepadova@gmail.com oppure contattando il numero 347.470.7701 (Fernanda Saia).
Ove possibile, si prega di specificare i nominativi dei partecipanti.


Fabrizio Boron – Assessore del Comune di Padova – con delega a Edilizia privata, Edilizia comunale, Edilizia monumentale, Manutenzioni, Verde e parchi urbani, Arredo urbano, Acque fluviali

Il 31 maggio possiamo rendere Padova di nuovo protagonista ed eleggere un padovano in Consiglio Regionale.

Per garantire a tutti maggiore sicurezza.
Per dire “no” a clandestini e campi nomadi.
Per ridare lavoro ai nostri disoccupati.
Per difendere il valore della nostra sanità

Barra il simbolo ZAIA e scrivi BORON.

Si vota Domenica 31 maggio 2015 dalle ore 07:00 alle ore 23:00.

http://lucazaia.it/wps/i-candidati/padova
https://www.facebook.com/boron.fabrizio
https://www.facebook.com/fabrizio.boron


Sarà un’occasione per ricevere le segnalazioni relative alle materie di competenza dei due Assessori, oppure per aiutarvi a indirizzare richieste più generali.

Con l’occasione, raccoglieremo le vostre adesioni all’Associazione, e le richieste di rinnovo per il 2015 dei soci già iscritti.
L’adesione è gratuita e i vostri dati saranno trattati nel rispetto delle norme delle privacy.

Vi aspettiamo!

Associazione rifarePadova
347.470.7701
http://www.rifarepadova.it

Nov 082014
 

Ringraziamo tutti gli amici che hanno aderito agli incontri dei gruppi di lavoro di oggi pomeriggio – 08 novembre – in Municipio.
Abbiamo già raggiunto la capienza massima e non ci è purtroppo possibile accogliere altre persone.
Ci saranno altri incontri, chi desidera essere informato, se non l’ha già fatto, lasci i suoi dati e i gruppi di interesse a rifarepadova@gmail.com
Grazie, Associazione riFarepadova

Nov 072014
 

Cari Amici, dopo i primi positivi incontri organizzati da riFarepadova – di carattere generale e di ambito più specifico – rivolgiamo un invito a tutti coloro che desiderano impegnarsi nei gruppi di lavoro, che supportano le attività dei consiglieri di riferimento all’interno delle commissioni consiliari.

Per aderire a un gruppo di lavoro è sufficiente rispondere a questa mail indicando:
– nome e cognome
– email
– cellulare
– gruppo/i di interesse

Di seguito le commissioni consiliari di riferimento:

Commissione I
Politiche della qualità della vita, partecipazione e pari opportunità

Commissione II
Politiche economiche, bilancio, controllo e garanzia

Commissione III
Politiche culturali, turistiche, ambientali educative e scolastiche

Commissione IV
Politiche del territorio e delle infrastrutture

Commissione V
Politiche per la promozione dei servizi alla persona

Commissione VI
Politiche sportive giovanili

Dopo i primi due incontri del gruppo Urbanistica e del gruppo Cultura, si ritroveranno nuovamente il gruppo Urbanistica (afferente alla commissione IV) e il gruppo Sicurezza (afferente alla commissione I).

L’appuntamento è fissato per sabato 8 novembre: alle ore 14.40 si riunisce il gruppo urbanistica e alle ore 16 il gruppo sicurezza, presso la sala riunioni dell’Ufficio Gruppi di Maggioranza di Palazzo Moroni – sede del Comune di Padova (accesso alla sala dalla fine dallo scalone principale, che dal cortile interno porta al Palazzo della Ragione).

Attenzione: poiché la sala riunioni ha una capienza massima di 30 posti è NECESSARIO CONFERMARE la propria presenza via email rifarepadova@gmail.com

Ricordiamo inoltre che per partecipare ai gruppi di lavoro è necessario essere iscritti a (ri)Farepadova. Chi lo desidera può iscriversi direttamente alla riunione di sabato; le iscrizioni saranno quindi approvate secondo lo statuto dell’Associazione.

Nel corso delle riunioni – alla presenza della Consigliera Fernanda Saia e degli uditori delle commissioni di riferimento, verranno trattati i temi che sono stati affrontati nelle sedute di commissione e sarà deciso l’orientamento sulle decisioni espresse da (ri)Farepadova.

Con i migliori saluti

Segreteria Associazione (ri)Farepadova

Associazione “(ri)Farepadova”
tel 340 8554480
fax 049 8595111
http://www.rifarepadova.it

Lug 012014
 

Ringraziamo tutti gli elettori che hanno espresso una preferenza per noi.
Ora potremo accogliere le vostre istanze e far sentire la vostra voce all’interno Consiglio Comunale:
Maurizio Saia – Assessore con delega a Politiche della sicurezza, Polizia locale, Protezione civile
Antonio Foresta – Consigliere
componente di tutte le Commissioni consiliari

Fernanda Saia – Consigliere
componente della Commissione consiliare I, della Commissione consiliare II e della Commissione consiliare III

Mag 012014
 

“Mi chiedo come mai solo oggi, a meno di un mese dalle elezioni, Zilio e Bertin inizino ad interessarsi in tutta fretta dei problemi dei commercianti e dei residenti del centro storico.
In questi cinque anni c’è stato un disinteresse totale verso i problemi generati dalla ZTL, verso la questione degli orari dei locali e verso la sicurezza.
Solo ora l’assessore al commercio Dalla Vecchia si finge interessata ai cittadini del centro e ai negozianti, mandando un finto questionario ai commercianti. Forse l’assessore pensa che i cittadini siano delle persone senza memoria e che quindi vanno continuamente prese in giro, ma si sbaglia di grosso.
Da vice presidente del quartiere centro ho organizzato numerose riunioni ed iniziative in merito alla questione dei varchi e della chiusura dei locali: abbiamo tentato il dialogo con la giunta Rossi- Zanonato che però ci ha continuamente snobbati dicendo che non esisteva nessun problema e che anzi i varchi erano una cosa utile per limitare l’inquinamento.
Questa amministrazione non ha mai ascoltato le associazioni di categoria a parte quelle giudicate amiche. La questione della ZTL è un problema antico che va risolto e studiato attraverso uno studio dettagliato della viabilità del centro storico, mai presa in esame da Rossi e Zanonato.
Oltre tutto qualche anno fa, il quartiere nel rispetto dei cittadini che non leggono le piccole tabelle degli orari della ZTL, aveva chiesto di apporre vicino alle telecamere degli schermi luminosi come in altre città d’Italia per indicare se il varco era attivo o non attivo. Questo non è mai stato preso in considerazione per l’arroganza di questa amministrazione.
Ritengo giusto porre anche la questione della Caserma Prandina, irrisolta da anni, per la quale Zanonato, pur essendo stato anche ministro, non si è mai adoperato per sbloccare e risolvere la situazione.
L’assessore Dalla Vecchia va all’indietro come i gamberi: prima assieme alla sua Giunta approva in tutta fretta, senza nemmeno sentire i cittadini, e poi rimanda di 3-4 anni l’apertura del parcheggio.
La Caserma Prandina sarebbe stata un importantissimo sfogo per il commercio del centro, che darebbe la possibilità di avere posti auto a portata di mano. Quello che la giunta di sinistra non ha fatto in 10 anni, lo farà Saia una volta sindaco, nel giro di 15 giorni. Non lo dico come spot di campagna elettorale, ma con certezza: abbiamo già i documenti necessari per sbloccare l’area del parcheggio.

Tommaso Tommasi, candidato nella lista di (ri)farepadova

Tommaso Tommasi, candidato nella lista di (ri)farepadova

Apr 272014
 

Quel che accadrà quando inizieranno i lavori della pista ciclabile in corso Milano andrà probabilmente ben oltre qualunque protesta che la giunta Zanonato Rossi abbia dovuto affrontare. Le motivazioni alle basi del progetto di una pista ciclabile non sono diverse da quelle che vorremmo che fossero seguite in qualsiasi progetto pubblico, e per l’ennesima volta sono state violate tutte le norme del buon senso e del rispetto per i cittadini e per i commercianti.

La giunta di sinistra ha recentemente ribadito che i lavori, previsti per settembre, sono fermi per motivi di opportunità elettorale, e che procederanno indipendentemente dalla realizzazione di nuovi parcheggi (es. area caserma Prandina).

Si tratta di un progetto:
– incomprensibile, poichè per realizzare una pista ciclabile verranno cancellati 120 parcheggi per le auto, danneggiando residenti, commercianti e tutti i cittadini che usufruiscono dei servizi delle numerose attività commerciali
– non trasparente e privo di un percorso di partecipazione popolare, poichè calato dall’alto ignorando controproposte e lamentele
– inefficace e pericoloso, perchè le corsie passeranno da due ad una per senso di marcia; il traffico risulterà così ulteriormente rallentato da quanti parcheggeranno in doppia fila, o da quanti dovranno fermarsi per la manovra di parcheggio

RifarePadova non sostiene la realizzazione della pista ciclabile, e ritiene che prima di eliminare dei posti auto sia necessario realizzare dei nuovi parcheggi. Uno dei punti prioritari del nostro programma è la realizzazione del park prandina, che sarà servito da un servizio continuo di bus navetta fino al centro storico.


Scarica il progetto completo

07

 

08

 

09

 

10

Apr 252014
 

Il Mattino di Padova di mercoledì 16 aprile 2014

Sono pronti a protestare manifestando in strada e presentando ricorsi al Tar. Sono un gruppo di residenti di corso Milano che furibondi si sono riuniti lunedì sera per dire la loro contro il progetto della pista ciclabile di corso Milano, progetto già approvato in via definitiva dall’amministrazione Rossi.

Un progetto che prevede l’eliminazione di due corsie per le auto in entrambe le direzioni della strada, oltre che di diversi posti auto, e la creazione di una pista ciclabile nel tratto che va dalla rotonda dell’incrocio con via Orsini fino all’intersezione con via Dante. Sempre nel progetto, che costerà al Comune 500 mila euro, ci sarebbe anche la creazione di una piazzetta tra corso Milano e via dei Livello, proprio di fronte alla gelateria La Romana, e di una nuova illuminazione.

«Con questo progetto corso Milano si ridurrà ad una pista ciclabile senza parcheggi e noi non riusciremo più a vendere», sostiene durante la riunione Sabrina Cozzi del negozio “La pralina padovana”. Della stessa opinione i residenti: «La situazione già così è critica. Ad oggi se invito qualcuno a cena deve girare mezz’ora per trovare parcheggio, figuriamoci se dovessero togliere anche i pochi posti auto esistenti», dice Giorgio Gatto, che solleva anche il problema del carico scarico. «Ci devono essere dei posti dove ci si possa fermare per non trovarsi con le quattro frecce in mezzo alla strada, che oltretutto verrebbe ridotta a una corsia. Se una persona ha bisogno di farsi consegnare della merce o fare un trasloco in corso Milano come deve fare?». Presente all’incontro, che ha riunito cento persone tra commercianti e residenti, il consigliere del quartiere centro Tommaso Tommasi che in prima persona ha organizzato la riunione e il candidato sindaco Maurizio Saia, il quale, qualora dovesse amministrare la città, si dice pronto a ritirare il progetto e a proporre una riqualificazione diversa, “questa volta dopo aver ascoltato i cittadini”. Tre sono i puntiche ha sottolineato Saia: «Innanzitutto qualsiasi opera da fare prevede in primis l’apertura del parcheggio Prandina, che da anni si sta aspettando. Prima non si può fare nulla. Seconda cosa, dopo la creazione del parcheggio Prandina ci vorrà un po’ di tempo per studiare i flussi di traffico. Solo allora si potrà decidere di mettere mano. Infine, qualsiasi decisione va presa con i cittadini e non deve essere calata dall’alto, come è successo per questo progetto». La risposta dell’amministrazione comunale arriva dall’assessore Marta Dalla Vecchia: «Abbiamo fatto un grande progetto di riqualifica affinché corso Milano diventi un ingresso alla città meno anonimo».

Mar 232014
 

Giusto per ricordare che l’attuale Sindaco non è un “papa straniero” ma è colui che si è reso corresponsabile della malagestione della sicurezza a Padova negli ultimi dieci anni.

manifesto10012422_380796968728620_1476215295_n

Mar 212014
 

Dopo una prima fase di coordinamento in cui i responsabili dei gruppi di lavoro hanno definito le tematiche più significative, stiamo per dare avvio alla fase aperta alla vostra partecipazione. Tutti coloro che hanno aderito saranno contattati a breve.

Gruppi di lavoro:

1 – Sicurezza e riqualificazione Urbana – Politiche per la Sicurezza Integrata
2 – Urbanistica e LL.PP.
3 – Ambiente Viabilità E Politiche del Territorio
4 – Cultura Turismo Grandi Eventi – Progetti Europei
5 – Politiche Sociali e Sanità Padovana
6 – Commercio – Impresa Lavoro
7 – Padova e la Sua Università
8 – Politiche Sportive
9 – Macchina Comunale – Organizzazione Amm.va
10 – Politiche del Decentramento

Per aderire potete comunicarlo ai recapiti riportati nella pagina “contatti”, indicando i vostri dati e personali e la commissione a cui intedete dare il vostro contributo.